La ruota della fortuna

"SONO PIENAMENTE D'ACCORDO A META' COL MISTER"
questo stupendo strafalcione detto da un giocatore allenato
dal mitico Giovanni Trapattoni in un'intervista calza a pennello
con quello che penso in relazione alle frasi dette da mister Mauro
e le mie sensazioni personali al termine del match di sabato
scorso terminato, come saprete, con un rocambolesco quanto
inaspettato pareggio.
Sono d'accordo con Mauro quando dice che non dobbiamo
nasconderci troppo nella parola SFORTUNA e prendere atto
della buona prestazione del portiere in primis e di qualche
altro giocatore della squadra avversaria.
Trovare troppi alibi non e' un atteggiamento da vincenti e a
me francamente non piace fare il "rosicone"!!
Pero' voglio anche precisare che da giocatore non e' facile
ragionare serenamente e analizzare la partita in maniera
lucida nei minuti appena successivi al termine dell'incontro.
E' verissimo che la prestazione degli avversari non puo'
essere giudicata fortunata ma la partita di sabato e'
stata strana perche' non ci era mai capitato di avere il controllo
del match con possesso palla e occasioni da rete ma allo stesso
tempo accorgerci che stavamo rischiando anche di perdere
per alcuni errori grossolani da parte nostra che raramente
facciamo, e' comunque mai cosi' tanti in una singola partita.
Concludo dicendo che la fortuna, caro mister Mauro, nel
calcio come nella vita esiste, ma va e viene e soprattutto non
bisogna farci mai affidamento ma dare il 100% delle nostre
possibilità per far si che la sfortuna non dia troppo fastidio...


0 commenti: