A UN PASSO DAL TRIONFO....

Ragazzi, state per giocarvi una partita che per la Real Borgaccese e' gia un
traguardo storico, solo per questo voglio farvi i complimenti per un percorso
fantastico che avete affrontato con grinta e gioco di squadra.
Purtroppo per problemi fisici non ho potuto collaborare in alcun modo, ma
in queste fasi finali anche da tifoso a ridosso del campo, giuro che ho sofferto
e soprattutto gioito per le belle vittorie e l'accesso a questa meritata finale!
Io, ma penso molti altri compresi Mauro e Roby, sono gia' fieri di voi!
Logicamente tutti speriamo che sabato riuscirete a fare l'ultimo passo verso
il trionfo ma in ogni caso saranno applausi per tutti!!




...avete corso e lottato fino ad ora, co' ve costa fe' un'altro passo oramai??  :-)

Ciao a tutti,
Mino.



"Non so cosa dirvi davvero. 3 minuti alla nostra più difficile sfida professionale. Tutto si decide oggi. Ora noi o risorgiamo come squadra o cederemo un centimetro alla volta, uno schema dopo l’altro, fino alla disfatta. Siamo all’inferno adesso signori miei. Credetemi. E possiamo rimanerci, farci prendere a schiaffi, oppure aprirci la strada lottando verso la luce. Possiamo scalare le pareti dell’inferno un centimetro alla volta."

Compagni il momento che tutti aspettavamo da anni, che tutti sognavamo è arrivato. Siamo in finale, siamo ad un passo dal sogno, beh, ho letto da qualche parte che i sogni hanno bisogno di sapere che siamo coraggiosi. Io il mio sogno lo voglio raggiungere. Io voglio sommare tutte quei centimetri con voi...
Qualunque sia l'epilogo di questa stupenda stagione io sono davvero fiero di aver lottato al vostro fianco, al fianco di oguno di voi, da chi segna a chi non fa segnare, da chi allena a chi ci sostiene, da chi è protagonista e si guadagna sempre i complimenti di tutti a chi magari gioca meno ma quando gioca dà tutto, ed è subito pronto a mettersi da parte. Ringrazio tutti quanti, chi è venuto anche ad una sola partita, chi se n'è andato prima e chi è arrivato tardi. Chi continua a guardare le partite dal campo di grano perchè la sente troppo sua la partita. Ringrazio i tifosi che come sempre sabato ci sosterranno.
Il vostro Paoli Ziliani, colpevole di non aver sempre adempiuto ai suoi impegni giornalistici quest'anno (anzi quasi mai) oggi si sente di dare un 10 a tutti, qualsiasi risultato si ottega sabato.
Grazie ragazzi... siete grandi... uniti fino alla fine!!!

Impara l'arte e mettila da parte!

Dopo tanti anni la Real Borgaccese e' in finale!
Siamo tutti euforici e non vediamo l'ora di giocarci questa partita.
Ma in pochi si sono chiesti perche' dopo tanti tentativi andati in 
fumo, a volte per un soffio, quest'anno la Real ha centrato questo
obbiettivo con autorevolezza e maturita' da grande squadra??

   


   





   





   SARA' SOLO UN CASO???

   Ciao a tutti,
   Mino.

Finale!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Real Borgaccese - Metal Club 4 - 2

Ci giochiamo una semifinale contro i rivali storici del Metal in quel di Rosciano in un venerdì sera abbastanza fresco per essere maggio.
Luca viene in panchina come massaggiatore perchè reduce da un'influenza mentre Matteo non è presente causa l'infortunio alla caviglia della partita scorsa.
Un buon numero di tifosi tra i quali Mino, Jonny, le dolci compagne di Lollo, Picchio, Gerry, Paoli, Luca, Dade e tanti altri che non cito anche perchè quando sono in campo tutto ciò che sta fuori dal rettangolo di gioco svanisce ai miei occhi.
Presente Rosco come secondo portiere ed importante aiutante nel riscaldare Franci.
La partita sotto la direzione di Lunghi di Fermignano alle 21.50 circa finalmente inizia dopo che l'altra semifinale è terminata ai rigori.

Partiamo con Franci, Gerry, Picchio, Massimo, Paoli, Lollo, Maicol, Dade.
Partita vibrante fin dall'inizio abbastanza equilibrata, equilibrio che viene spezzato da Bianchi che segna con un tiro da fuori.
Reagiamo ma è ancora il Metal che al 20° circa trova la rete con Rodriguez ben imbeccato sul secondo palo.
Questo 0-2 poteva abbattere anche un'elefante ma non la Real! Con la testardaggine del nostro animale simbolo cerchiamo ripetutamente la rete mettendo alle corde il Metal: lo troviamo con Maicol che con una "punticcia" in stile calcetto accorcia le distanze.
Non ci accontentiamo e prima con una girata di Paoli, poi con un tiro di Lollo ci avviciniamo al meritato pareggio.
Pareggio che sembra essere ottenuto sempre con Maicol che a distanza ravvicinata sbaglia un gol già fatto dopo che si era brillantemente procurato questa occasione.
La prima frazione di gioco termine sul risultato di 2 a 1 per il Metal Club.

Nel secondo tempo entra Occhia al posto di Dade e continuiamo a spingere fino al gol del pareggio di Lollo grazie ad un buon tiro dal limite dell'area.
Non ci accontentiamo e la pressione nero-verde continua con Occhia che crea problemi ai difensori avversari.
Proprio Occhia ci porta in vantaggio con un grandissimo tiro dalla distanza che si infila nell'incrocio dei pali.
A questo punto (è all'incirca il 15°) la stanchezza inizia a farsi a sentire e sia per questo motivo sia per il vantaggio sia per la pressione del Metal abbassiamo il nostro baricentro andando a difendere forse un pò troppo bassi: la grinta e il sacrificio di tutti ci consente di non rischiare troppo, a parte un colpo di testa di Bilancioni su calcio d'angolo.
Il Metal preme, preme e si sbilancia, dopo un paio di occasioni sprecate finalmente arriva il gol del 4-2 in contropiede con Lollo.
E ciò a pochi minuti dal termine nei quali ribattiamo al forcing del Metal con disciplina tattica e veloci ripartenze: rischiamo su un paio di punizioni battute da Vegliò Federico e Caverni, su azione ci pensa Franci che fa una bella parata su non mi ricordo chi.
Triplice fischio finale.... SIAMO IN FINALE!!!!
Onore al Metal che ci ha ovviamente fatto soffrire.
E ora non accontentiamoci!
Di solito porto delle citazioni tratte da film, libri o altro, questa volta è tutto frutto della mia scarsa fantasia :)

"Mancano pochi metri alla cima dell'Everest, la vetta ti sembra lì ma la stanchezza e l'aria rarefatta rendono la realizzazione di questo sogno difficilicilissimo, ma quest'ultimo pretende una determinazione feroce, il vedere che accanto a te ci sono altri amici che inseguono il tuo stesso sogno ti aiuta e tu aiuti loro... ti attende un panorama incredibile..."

FORZA REAL!!!!!!!!

Rivincita con "remuntada"

Real Borgaccese - Ferri Distribuzione 5 - 3

Nelle nostri menti ancora c'è la sconfitta amarissima dell'anno scorso in semifinale contro gli stessi avversari dei quarti di finale di quest'anno, un anno fa con il nome di Ceramicando.
Abbiamo la possibilità di rifarci contro una squadra che ha perso qualche elemento di indubbio valore ma che ha ben rimpiazzato con altri validissimi.
Avevo assistito al preliminare tra Ferri e Risikoop nel quale i campioni in carica erano stati bravi a vincere una partita quasi mai in discussione.
A darci una mano, causa infortuni, c'è anche Matteo che ha giocato con noi la partita contro l'AAA Lazio.

La formazione iniziale è Franci, Gerry, Picchio, Massimo, Paoli, Lollo, Maicol, Dade.
Scrivendo a distanza di 10 giorni dalla partita qualcosina non mi ricordo... e quindi mi limiterò ai gol e a poco altro.
Primo tempo giocato abbastanza alla pari, abbastanza perchè il Ferri gioca leggermente meglio di noi che non riusciamo ad esprimere il nostro solito cercando troppo spesso le azioni personali.
Si va in svantaggio su una punizione ben calciata da Sorci che manda la palla a toccare contro l'ultimo della barriera andando a spiazzare Franci.
Ristabiliamo la partita grazie ad una grande giocata di Lollo che di mancino al volo segna dopo un doppio sombrero.
Non passa molto tempo che il Ferri ritorna in vantaggio con Magnoni che fa partire un bolide da fuori area che si insacca.
Ritorniamo in parità grazie a Maicol (non mi ricordo l'azione).
Purtroppo il primo tempo termina 2-3 grazie ad una tiro dalla destra che lasciamo sfilare e che va ad incocciare il palo per poi entrare in rete.

La seconda frazione di gioco riusciamo a salire e a macinare il nostro gioco: su una punizione magistrale di Niba raggiungiamo la parità.
Creiamo sempre più pericoli fino al gol del vantaggio di Occhia che ben imbeccato da ... piazza la palla dove il portiere non può arrivare.
Occhia, reduce da un'influenza, viene sostituito da Dade che dopo essersi mangiato la rete del 5-3 con il portiere che era uscito fino a centrocampo (e prima di questa clamorosa occasione aveva sfiorato la rete con un discreto mancino dal limite) realizza il definitivo 5 a 3.

Per il secondo anno consecutivo siamo tra le prime 4 e ci giocheremo la finalissima con la squadra che con i risultati più ha caratterizzato in questi anni il calcio a 8 Uisp: il Metal Club.

In attesa degli articoli su quarti e semifinali...

"Miracle" è un film biografico-sportivo del 2004 che racconta la storia della squadra statunitense di hockey su ghiaccio allenata da Herb Brooks, che vinse la medaglia d'oro alle Olimpiadi invernali del 1980, sconfiggendo la favorita squadra sovietica. Questo evento è entrato nella storia dello sport come il miracolo sul ghiaccio. La parte interessante si chiude al minuto 2'10''.

Non son d'accordo sul 9 volte su 10... però il resto del discorso mi piace un sacco!

Indimenticabile...