Metal Club - Real Borgaccese 3 - 4

FRANCI: 5.5 il nostro portierone al 10’ minuto fa una di quelle “brette”, sottovalutando un docile tiro avversario dalla distanza, che ti fanno sentire malissimo, quando ti senti tutti gli occhi su di te e tu, non potendo scappare, o scavarti una buca e nasconderti, rimani li sconsolato… poi pian piano ritrova un po’ di fiducia in se stesso, cresce via via e per poco non annienta il rigore avversario generosamente concesso da un abitro in serata bizzarra. Del resto Franci, non è grande chi non cade, ma chi cadendo trova la forza di rialzarsi! ABBATTUTO

PICCHIO: 8 che dire di un difensore che per 70 minuti non sbaglia niente, ma niente di niente?? Semplicemente perfetto. Si trova di fronte il capocannoniere dello scorso torneo e lo annulla con la tranquillità che lo contraddistingue. PERFECT MAN

GERRY: 8.5 O capitano mio capitano… Regini gioca una gara maiuscola, spostato terzino dal Mou per far fronte agli eterni rivali del Metal Club, oltre alla tecnica, la visione di gioco, l’intelligenza, l’eleganza disputa una gara con una grinta ed un temperamento superlativo. Impartisce ordini da vero condottiero… UNICO

MASSIMO: 7.5
è clinicamente testato che è l’unico uomo al mondo in grado di polemizzare dopo 5 vittorie su 5, 24 reti fatte e 8 subite, l’aggancio al primato della classifica con un turno di riposo, e una vittoria semplicemente fantastica contro il Metal Club. Per il resto solito copione, copre bene, e riparte con la solita caparbietà… a suo dire, (tutto ancora da verificare, il cui arduo lavoro lascio ai colleghi dello staff di fantamagic) mette lo zampino in tutti e 4 i goal… a noi non importa, l’importante è che resti tutto così. POLEMICO

NIBA: 7.5 cambiando l’ordine degli addendi il risultato non cambia, infatti sia che giochi terzino, centrale dietro, esterno e mediano fa sempre il suo dovere. Il nostro wood-man , colleziona l’ennesimo palo, questa volta esterno… per tutto il resto della partita rischia pochissimo, e chiude sempre al momento giusto. PUNTUALE

LOLLO: 6.5
il nostro fantasista venerdì non vive una delle sue migliori giornate, al pronti via non finalizza una bella azione corale della Real… poi viene servito pochissimo e finisce per innervosirsi, chiuso nella gabbia dei due centrali avversari, fino a chiedere il cambio sul finire del primo tempo per un presunto dolorino. Poi si calma, rientra a metà del secondo e mostra qualche buona giocata, che fa parte del suo repertorio. NERVOSO

MAICOL: 7 Capitan Futuro troppo spesso si trova praterie di fronte a lui ma non servito adeguatamente finisce per non finalizzare nessuna. Compie comunque un gran lavoro di copertura. ABBANDONATO

PATO: 7 l’argentino della Real Borgaccese, che ha dovuto cambiare maglia per sfatare il tabù di vincere contro il Metal Club, impresa mai compiuta dal suo ex Genoa, questa volta non ci esalta con le sue solite giocate funamboliche ma fa tutto l’indispensabile nel mezzo del campo senza sbagliare niente. Suo l’angolo sul goal del 2a1. PRECISO

PAOLI: 8
Garrincha, che veniva da un infortunio, passa il primo tempo a lucidarsi il destro, ripetendosi dentro di se che deve entrare ed essere decisivo… poi entra e, come nelle fiabe, il sogno diventa realtà… il folletto, servito da un assist al bacio di bomber Carloni, gonfia la rete con un destro chirurgico che il portiere può solo sfiorare… per tutto il resto della partita ci mette il cuore e la grinta. RITROVATO

JONNY: 9 dopo un calciomercato tormentoso, fortunatamente la premiata ditta Roby-Mauro, è riuscita a trattenere la loro “gallina dalle Uova d’oro”… e tutti gliene siamo grati. Semplicemente stupenda la sua prestazione di venerdì sera, anche perché particolarmente motivato dalla sfida contro il Metal Club dell’amico-nemico, nonché marcatore Bargnesi. Apre le danze sradicando la palla dai piedi del pendolino Patrizi, e disegnando una traiettoria perfetta, poi firma il momentaneo 2a1 con un goal da vero e proprio falco d’area di rigore, inoltre serve a paoli l’assist per il 3a1 e raccoglie una ribattuta del portiere ed incastrando la palla sotto al set mettendo il sigillo del 4a1. Questi tre punti sono i tuoi! AVE IMPERATORE CARLONI I

VLADI: 7.5
fermato dalla sinusite, e visibilmente dispiaciuto del fatto, passa nervosamente tutta la partita in piedi a bordo campo pronto ad attaccare… pare abbia costruito a casa una sagoma in cemento armato a grandezza naturale con la maglia numero 9 del Metal Club, che ogni tanto si rosicchia un po’ così per scaricare il nervoso, dato che ha dovuto saltare il confronto diretto con l’ottimo attaccante. INIMITABILE

LUCA e OCCHIA 10:
i due senatori della Real, che non sono stati schierati dal Mou, si sono seduti in panchina con una signorilità invidiabile e per tutto il match non hanno fatto altro che incitare la loro Real… c’è tanto da imparare da loro… del resto il calcio è come uno spettacolo teatrale, al fischio d’inizio si apre il sipario e tutti recitano la loro parte, dall’attore protagonista alla comparsa, da chi sta dietro le quinte al regista… solo così si riesce a costruire quella macchina perfetta che può permettersi di sognare in grande… ed ogni volta che al martedì affondiamo un piede nel fango di un freddo “Magellano”, beh, in quel momento stiamo costruendo un pezzo di quel sogno. FORZA REAL

MAURO & ROBY 8: grandi sfide, grandi emozioni, grandi responsabilità… e loro sempre li, pronti e scattanti perché tutto sia perfetto… il gatto e la volpe non ci deludono mai! Scelte contestate? Beh i grandi vengono sempre contestati, altrimenti sarebbero solo mediocri. Poi la festa, poi la cena, poi si balla, poi si canta, e il coro è sempre quello: E SE NE VA , LA CAPOLISTA SE NE VA…………………………..

0 commenti: