Real Borgaccese - Cesari Abbigliamento 4 - 1



Franci 9: gioca una partita straordinaria… nel primo tempo un paio di interventi sicuri su calci da fermo, poi, nel secondo, toglie la maglia azzurra n°12 per indossare quella rossa e blu con la S sul petto; ed inizia a volare tra i pali. Per ben due volte chiude la strada agli attaccanti avversari con dei veri e propri miracoli. SUPERMAN

Luca 7: sempre pronto e sicuro. Gioca una partita impeccabile. PUNTUALE

Vladi 7: la solita grinta e il solito agonismo. L’AQUILA è TORNATA

Tallo 7,5: terzino che non disdegna qualche ripartenza utilissima alla squadra, e non tira mai indietro la gamba quando c’è da lottare. Ottima prestazione. LEONE

Massimo 6,5: per uno come lui, abituato a giocare nei campi di biliardo, è difficile giocare con un terreno così. Lui ce la mette tutta e non sbaglia niente. CONTENUTO

Tado 8,5: regista, rifinitore, mediano, stopper o difensore centrale… la musica non cambia. Sempre il solito colosso col n° 6, che tanto ricorda quel Baresi per la tranquillità, la sicurezza e l’ordine che trasmette alla squadra. Gran assist sul colpo di testa del 3 a 1 del bomber Jonny. FONDAMENTALE

Paoli 6: regge bene il confronto con capitan Pasquini, n° 5 avversario. Per lui qualche buona accelerata sulla fascia, poi sprofonda nel baratro della panchina. INCOMPRESO

Lollo 6-: il fantasista ha perso la fantasia…. Speriamo torni presto quello che risolve le partite da solo. E che torni no anche i goal ed il sorriso… TRISTE

Mino 8: il 4,5 assegnatogli l’ultima volta contro i Mengaroni è totalmente recuperato. Questo è il Mino che ci piace, corre e si impegna. Trova il goal (con un po’ di fortuna) che sblocca la partita con una “punticcia” da fuori area. RITROVATO

Maicol: 8,5 certo quest’anno la corsa non è la dote che sfrutta di più, anche perché per l’ennesima volta, l’uomo bionico di nome Maicol, veniva da una partita giocata alle 3 in palestra a Calcinelli, ma del resto lui non gioca con le gambe ma con il cuore. Gran botta su punizione che chiude la partita sul 4 a 1. O CAPITANO, MIO CAPITANO.

Occhia 5,5: ha sofferto un po’ la ventina d’anni di differenza tra lui e la difesa dei Cesari, che lo ha puntualmente anticipato; per lui solo qualche guizzo senza grandi risultati. In cerca della miglior condizione… FUORI FORMA

Jonny 9: “che ce frega der pupuone noi c’avemo JONNY-GOAL”. Semplicemente fantastico!!! Ormai ha deciso di arrivare tardi alle partite, tanto come da copione, sonnecchia in panchina la prima parte della gara, poi entra, segna e la risolve. Quest’anno sta segnando di destro, di mancino, su punizione e di testa, insomma: il prototipo del giocatore tipo. Sabato ha incantato tutti con una gran punizione, ed ha insaccato con un bel colpo di testa il 3 a 1. Ma quel che è più importante di tutti i gesti balistici con i quali ci delizia, è la grinta con cui ha disputato la partita… più volte ha rincorso il suo uomo fino alla nostra trequarti, dimostrazione di un grande attaccamento alla maglia, quel numero 9 che da quando è passato nelle sue mani non si stanca più di gonfiare la rete. BOMBER DI RAZZA

0 commenti: