Essere corretti pare che non paghi....

Dal comunicato della dodicesima giornata del campionato provinciale di calcio a 8...

Multe
- Euro 15,00 Real Borgaccese secondo l'Art. 98 e Art. 116

Dal Regolamento Disciplina:

98. Ritardata presentazione della lista-gara o ritardata
presentazione della squadra in campo o richiesta tempo di
attesa
116. Offese gravi e ripetute nei confronti di Soci


La partita in questione è Real Borgaccese - AC Mengaroni di sabato 17 gennaio.





Sull'Art. 98:
La partita era cominciata non benissimo con l'arbitro arrivato tra le 17.10 e le 17.15 (quando il fischio d'inizio della partita era fissato per le 17.30) per poi riprendermi, scocciato, perchè dovevamo andare da lui un quarto d'ora prima dell'inizio della gara a consegnarli le distinte.
Noi eravamo lì dalle 16.45 con le distinte già pronte e avevamo atteso solo che il signor arbitro fosse pronto.
So benissimo che dovremmo essere noi andare dall'arbitro ma di norma in maniera molto amichevole l'arbitro fa quei 2-3 passi verso di noi, ci chiama e noi sollecitamente gli porgiamo distinte, tesserini pronti al riconoscimento.
Non è un caso che non abbiamo mai avuto multe di alcun genere."

Altra annotazione: il signor arbitro nella partita di andata contro il Cesari Abbigliamento, che si giocò a Rosciano, arrivò alle 20.40 quando la partita doveva iniziare alle 20.15....





Sull'Art. 116:
"L'unica offesa era arrivata quando mio fratello aveva visto l'arbitro fermare il gioco per correre verso di lui: in quel momento aveva esclamato "vaffanculo, non capisci niente" dopodichè, ripeto, sotto la mia spinta si era incamminato verso gli spogliatoi.
Prima di quella situazione l'unica parola ripetuta 5-6 volte era stata "tempo!" per richiamare il fatto che nel secondo tempo si era giocato poco a causa di innumerevoli perdite di tempo da parte degli avversari nel battere punizioni, falli laterali, calci d'angolo ecc ecc e solo all'ultimo minuto di recupero aveva punito questi comportamenti con un giallo."

Per carità un "vaffanculo" non è bello (e da parte nostra è rarissimo sentirlo verso un'arbitro) ma ritenerla offesa grave... e poi per l'atteggiamento tenuto dal signor arbitro... e comunque non venne ripetuta!

Pinocchietto che non sei altro...





Dal blog dei nostri avversari di giornata AC Mengaroni:
http://acmengaroni.blogspot.com/2009/01/dodicesima-giornata_18.html
"Da segnalare la prova molto più che scadente dell'arbitro, protagonista di un arbitraggio pessimo, condito da atteggiamenti da megalomane e da un episodio increscioso in cui con aggressività e maleducazione spintona via dal campo un tesserato ospite non a referto: vergognoso. Si faccia un esame di coscienza e si dia una calmata: l'educazione prima di tutto."

Ciò dimostra che non mi sono inventato nulla: siamo in un campionato amatoriale con qualità tecniche e fisiche di livello amatoriale da parte dei calciatori e con capacità di giudizio degli episodi di gioco di livello amatoriale da parte degli arbitri ma l'educazione, come ben dicono i nostri amici/avversari del Mengaroni, non deve mancare!
Per come son fatto di norma chiederei scusa per quel unico "vaffanculo" ma col cavolo che faccio le mie scuse a quell'elemento!





Dal nostro blog:
http://realborgaccese.blogspot.com/2009/01/i-panettoni-e-lomuncolo-nero.html
"...quando mancano 6 minuti al termine Lollo subisce un'evvidente fallo al limite dell'area di rigore in posizione centrale, tutti si aspettano il fischio dell'arbitro... non arriva! Esplosione nella nostra panchina soprattutto da parte mia e di Roby, l'arbitrino fischia interrompendo il gioco e con uno scatto quasi da centometrista corre verso di noi. Sapendo che questo elemento non vuole a bordo campo gente fuori lista (e Roby non era a referto) ma soprattutto sapendo che si sarebbe perso tempo prezioso per il nostro tentativo di rimonta, consiglio a Roby di incamminarsi verso gli spogliatoi ma l'arbitro non glielo consente rincorre Roby, lo blocca, gli intima di identificarsi e lo minaccia che non si doveva permettere di offenderlo. Sotto la mia pressione Roby cerca di dirigersi verso gli spogliatoi ma l'arbitro incredibilmente gli mette le mani sul petto e lo spintona! Conseguenza di ciò è una gran perdita di tempo che non si recupererà più."
http://realborgaccese.blogspot.com/2009/01/roby-santo-subito.html
"...non posso che elogiare ed anche invidiare il comportamento da "gran signore" che Roberto e' riuscito a tenere e soprattutto a mantenere nei confronti di colui che in teoria dovrebbe far rispettare le regole ma anche far si che gli animi non si accendino troppo.
Il signor arbitro, oltre ad una conduzione pessima della gara, (sconfitta pero' meritata..) si e' reso noto di una vera e propria aggressione nei confronti del nostro roberto.
Nonostante si trattasse dell'arbitro non ha risposto alla provocazione e non e' caduto nella tentazione di difendersi o ancora peggio rispondere all'azione prepotente del direttore di gara. Sfido la maggior parte di voi a giurare che in quel momento, mentre si perdeva e la tensione era alta, sareste riusciti a trattenere la voglia di dare pan per focaccia a quel poverino!! sarebbe stata dura!!!
Per tutto cio' mi sono gia' adoperato con una richiesta ufficiale al vaticano per avviare il prima possibile l'iter per la nomina di beatificazione a....
ROBY SANTO SUBITO"





Se qualcuno dei nostri o del Mengaroni o di qualche altra squadra volesse commentare faccia pure anzi... commentate!!!

Dire che sta storia mi ha fatto arrabbiare è dir poco...

2 commenti:

miki ha detto...

Caro Mauro... Ma oltre che scrivere nel tuo blog perchè non provvedi ad inoltrare reclami ufficiali denotando le scorrettezze che incontrate? Sia dal punto di vista tecnico e di applicazione del regolamento (vedi sanzioni e multe) sia comportamentali da parte degli arbitri e te lo consiglio io, giocatore qua e arbitro negli altri campionati, perchè è sempre e comunque un bene far presente a chi, senza colpa, non è al corrente di queste cose.
Ti saluto.

Mauro ha detto...

Ciao Michele.
Ho parlato con chi di dovere di certi comportamenti..
Ovviamente quelli più gravi come quello capitato sabato 17 e qualcunaltro in passato.
Certe situazioni sono a conoscenza di chi organizza il campionato e di chi gestisce gli arbitri: toccherà a loro prendere delle decisioni giuste.
La multa, come ben saprai, non è rimovibile.