Italia vice-campione del mondo di Beach Soccer

MARSIGLIA (domenica 27 luglio)
Il sogno azzurro svanisce a un passo dalla Coppa del Mondo.
Troppo forte il Brasile per l'Italia allenata da Giancarlo Magrini (il vice di Graziani al Cervia...) nella finale dei mondiali di beach soccer disputata a Marsiglia: i verde-oro si sono imposti 5-3, vincendo il terzo titolo consecutivo, il dodicesimo in totale su 14 edizioni tra ufficiali (4) e non (10). Giunti sul 5-0 i brasiliani hanno tirato i remi in barca, consentendo all'Italia di rifarsi sotto, a segno con Palmacci, Pasquali e Maradona jr.

GRANDI PROGRESSI - L'Italia...,presentatasi a questo Mondiale con l'obiettivo di passare il primo turno, dopo due eliminazioni negli anni scorsi, ha sorpreso tutti per i suoi progressi. Un'Italia che ha messo al tappeto la Francia nei quarti

e la Spagna in semifinale, ai rigori,

guadagnandosi il titolo di vice-campione del mondo da difendere tra un anno, novembre 2009, a Dubai, negli Emirati Arabi, primo Mondiale di beach soccer in Asia, prima del ritorno, nel 2011 (si passerà a edizioni biennali) a Rio de Janeiro.

RISULTATO STORICO - Il ct Giancarlo Magrini, a fine gara, guarda al bilancio generale: «Per noi, al di là della sconfitta di oggi, resta un risultato storico, conquistato grazie all'entusiasmo e al lavoro di tutto un gruppo, giocatori e staff che ha remato insieme nella stessa direzione, per cercare di arrivare tra i primi del mondo». Sulla gara, poche recriminazioni: «Purtroppo abbiamo mollato nel secondo tempo, quando loro hanno praticamente chiuso il match, però siamo riusciti a stare in partita a rimettere le cose a posto nell'ultimo parziale e penso che alla fine il 5-3 sia giusto e renda merito e onore all'Italia. Non abbiamo mai mollato e ne siamo orgogliosi, nonostante venissimo da partite durissime, come con la Francia padrona di casa e con la Spagna, con il supplementare e i rigori nelle gambe».

0 commenti: